Chiamaci: +39 06 5654 6987 | Scrivici +39 340 492 7983

It’s time to be more!

It’s time to be more!



Carl Gustav Jung, filosofo, psichiatra e psicoanalista svizzero padre della psicologia analitica, citava le seguenti parole:

“Il senso della vita è che la vita mi pone una domanda. O viceversa, sono io stesso una domanda per il mondo e devo fornire la mia risposta, altrimenti mi ridurrò alla risposta che mi darà il mondo”

Partiamo da queste parole, per parlarvi di due grandi strumenti di crescita e sviluppo: Coaching e Performance.
Quanti di noi associano alla parola performance (o prestazione) l’emozione della paura? Il pensiero di non riuscire a raggiungere i risultati prefissi al
massimo del livello?
Quanti di noi sono pervasi dai dubbi sulla buona riuscita delle proprie azioni in relazione ad un obiettivo?
In una società sempre più in evoluzione, tendiamo a considerare la performance ad alto livello come un “must” richiesto e dovuto.
Eppure, se guardassimo oltre le apparenze e il “dato per scontato” ci renderemo conto che la “buona performance” è raggiunta dalle persone che creano, che danno forma a qualcosa.
Forse uno dei più grandi ostacoli da superare sia proprio questo: la paura di iniziare a creare.
Ed è proprio da qui che prende spunto questo articolo.
Quanti di voi hanno mai sentito parlare di Performance Coaching? O di Coaching Creativo?
O meglio, quanti ne conoscono il reale significato?

Se ci ponessimo delle domande, del tipo:

  • “Come fare a riconoscere e gestire il potenziale di una persona?”
  • “Come fare a incentivare lo sviluppo di nuove strategie di self
    empowerment?”

…potremmo comprendere quanto sia difficile dare delle risposte.
Si tratta di un complesso processo attraverso cui si accompagnano individui, gruppi e organizzazioni a raggiungere il massimo livello di performance allenando alcune specifiche capacità. Il coach facilita il trasferimento, lo scambio di informazioni e competenze fondamentali al raggiungimento di obiettivi. Si possono integrare i processi di coaching con interventi formativi per trasformare le conoscenze in competenze specifiche.
Attualmente il coaching rappresenta uno degli strumenti più efficaci per fornire un supporto verso l’acquisizione di nuova consapevolezza, senso di responsabilità, capacità di decision-taking, fiducia e autonomia.

E aggiungiamo anche la creatività.
I processi che intendono facilitare e favorire processi di cambiamento e innovazione per persone e organizzazioni, non possono non tenere conto dell’importanza di questa competenza. Sempre più importante e fondamentale è oggi saper costruire e ricostruire strumenti che ci facciano stare al passo con i profondi cambiamenti – a volte crisi – che il mondo contemporaneo ci porta a conoscere. Dobbiamo riuscire ad imparare ad applicare la creatività alla nostra vita quotidiana, professionale e privata.
La creatività applicata esiste! Ed è innovazione. Mai come oggi è il valore aggiunto che si può portare alle organizzazioni.

Da qui la metodologia del Coaching Creativo che ci permette di fornire contributi davvero significativi per lo sviluppo delle prestazioni, del potenziale, dell’empowerment – più in generale. Fonda il suo lavoro sull’ “allenamento” del pensiero creativo, che permetterà ai singoli individui di gestire e affrontare le
situazioni di cambiamento potendo contare su soluzioni diversificate.

Ognuno possiede in sé le risorse creative utili a raggiungere gli obiettivi prefissati. A volte però sono coperte, offuscate da stress, stanchezza, paura, poca autostima o autoefficacia percepita. Il nostro compito è di accompagnare nel processo di sgombero e pulizia, affinché queste risorse siano di nuovo viste dalla persona.

  • Le chiavi del processo sono racchiuse nelle parole: ascolto,
    consapevolezza, osservazione, scelta, decisione, intenzione, desiderio,
    azione, impegno.
  • Le fasi del processo sono: ricerca, decodifica, elaborazione, produzione e
    feedback (da Coaching Creativo di Parsi, Dal Monte e Piperno).
  • Risultato del processo: fare in modo che il “coachee” possa utilizzare e
    far fiorire in modo attivo, proattivo e consapevole risorse innate che gli
    permetteranno la realizzazione degli obiettivi fissati.

Adoperiamoci concretamente per raggiungere la nostra meta!

Scegliamo chi vogliamo essere.

Yes, you can! It’s time to be more.


Cristiana De Marco

Junior Recruiter

Sefora Rosa

HR & Account Manager – Coach

Scegliamo chi vogliamo essere.

Potrebbe interessarti...

CSR e bilancio di sostenibilità

La misura della forza di volontà!

Agenda 2030 e Risorse Umane: Competenza sostenibile

Place & People Srl

Viale Algeria, 97 • Roma • 00144 • Italy

P.Iva 14564591007

Privacy Policy