Chiamaci: +39 06 5654 6070 | Scrivici +39 340 492 7983

I test nella fase di selezione: cosa sono e come si utilizzano

I test nella fase di selezione: cosa sono e come si utilizzano


I test nella fase di selezione

I test nella fase di selezione sono strumenti utilizzati a completamento del colloquio; lo scopo di queste prove è quello di valutare il candidato sotto molteplici aspetti.

Le prove vengono effettuate non solo con lo scopo di prevedere l’idoneità di un candidato, ma soprattutto in rapporto alla cultura aziendale. Solitamente, vengono somministrate prima del colloquio individuale, scritte a mano oppure tramite computer.

I test maggiormente utilizzati sono:

Assessment di gruppo

Le attività di gruppo svolte durante i test nella fase di selezione hanno come obiettivo quello di valutare le soft skills tra cui problem solving, orientamento al risultato, leadership e soprattutto la capacità di teamwork. È importante in questa fase osservare il bilanciamento tra l’autostima e la capacità di adattamento, monitorando attentamente tutti i candidati.

Prove Individuali

L’obiettivo delle prove individuali è quello di valutare le hard skills, ovvero le conoscenze professionali e formative del candidato per la posizione a cui aspira. I recruiter verificano se effettivamente il candidato dispone delle capacità tecniche necessarie per svolgere i compiti della posizione per la quale si è proposto. Di solito viene chiesto di eseguire un esercizio pratico, come per esempio l’utilizzo di tool informatici specifici.

Test della personalità

L’obiettivo del test della personalità è quello di conoscere aspetti comportamentali del candidato: come reagisce a determinate situazioni, quali sono i suoi interessi, le sue aspettative e la capacità di adattamento anche in situazioni scomode. È fondamentale che la persona selezionata svolga il test nella maniera più sincera possibile; il rischio in questa fase è la tendenza del candidato a mostrarsi più “esperto” e potrebbe venir meno l’attendibilità della prova.

Test attitudinali generali

L’obiettivo dei test attitudinali è valutare le capacità cognitive dei candidati. Sono test standardizzati, generalmente costituiti da domande a risposta multipla, le quali vengono somministrate come fossero veri e propri esami. Le aree indagate durante questa prova sono l’abilità verbale e numerica, il ragionamento e la logica.


Emanuela Calisi

HR Recruiter

 

Potrebbe interessarti...

Talento? No, grazie

Che cos’è l’Employee Retention?

Place & People Srl

Sede operativa: Via Umberto Saba, 11 • 00144 Roma
Sede legale: Via Leon Pancaldo, 2 • 00147 Roma

P.Iva 14564591007

Iscrizione all’Albo Informatico delle Agenzie
per il Lavoro con codice H501S077086

Privacy Policy
Cookie Policy