Chiamaci: +39 06 5654 6987 | Scrivici +39 340 492 7983

Il business di successo

Il business di successo


Il business di successo

Uno strumento: il coaching

Questo titolo ci introduce ad un tema o aspetto delle relazioni di business che è interessante osservare e rilevare. Che cosa è il Coaching? Cosa lo rende uno strumento potente ed efficace?

Sicuramente la ricerca continua di nuovi modelli di business nonché strumenti di analisi e osservazione del mercato, ci regalano tante nuove ispirazioni e suggestioni per gestire al meglio la nostra professione di consulenti Risorse Umane.

Tra gli strumenti per il business, in particolare per l ’empowerment di persone e organizzazioni, si è consolidato l’utilizzo del Coaching quale metodologia di e approccio per lo sviluppo.

Tanto si può leggere ed ascoltare sul tema. Le pratiche e i modelli di riferimento sono molteplici, così come le possibilità di personalizzare le forme di organizzazione ed erogazione.

Da professionista per le Risorse Umane, psicologa e Coach, vorrei approfondire in questo spazio alcuni aspetti legati al “Coach”.

Chi è e cosa fa un Coach? Quali competenze e conoscenze deve avere?

Possiamo dire che innanzitutto è una persona (che io sappia non ci sono ancora coach di Intelligenza Artificiale, ma potrei non essere aggiornata!) e come tale è tenuta a lavorare molto su se stessa, soprattutto se vuole intraprendere una professione di facilitazione per l’espressione autentica di competenze e capacità altrui.

Lavorare tanto al fine di raggiungere un equilibrio tra le conoscenze e competenze di business, organizzazione del lavoro (hard skills) e le conoscenze e competenze di comunicazione, relazione e gestione delle emozioni (soft skills).

I due aspetti sono parimenti necessari e determinanti.
L’assenza di una delle due parti può compromettere l’efficacia dell’intero processo-intervento.

Il Coaching – come altre professione – si svolge all’interno della cornice dell’incontro tra persone e relative esperienze, vissuti, emozioni, attese, modelli di funzionamento. Il fine di questo incontro, per il Coach si sviluppa principalmente in tre fasi:

  1. Definizione: analizzare lo stato di partenza, l’esperienza, la richiesta
  2. Visione: avere la capacità di sviluppare uno sguardo a lungo termine sul processo in essere
  3. Pianificazione: organizzare ed indirizzare le proprie energie verso la realizzazione della richiesta del cliente (coachee)

L’attuale contesto di lavoro e di vita in generale richiede sempre più di esercitare le competenze legate alla capacità di “essere flessibili nel cambiamento”, e ancora:

  • Capacità di adattamento
  • Problem solving
  • Determinazione e orientamento al risultato
  • Gestione dello stress
  • Gestione del tempo
  • Gestione del team
  • Proattività
  • Creatività
  • Curiosità e coraggio
  • Innovazione
  • Visione strategica con attenzione ai dettagli
  • Gestione dei conflitti e negoziazione

Vi ritrovate? Sono tra le richieste relazionali e produttive che avete sentito di più?

Probabilmente sono anche tra i maggiori “need” per la richiesta e attivazione di percorsi di Coaching.

La domanda è: “Io Coach, che andrò a fornire il mio servizio per lo sviluppo di strategie di gestione di uno o più aspetti sopra citati, sono personalmente allenato e pronto? Agile ed abile in quegli stessi ambiti?
Come Coach dovremo imparare a “stare nello spazio e nel tempo” del nostro coachee. Noi sappiamo stare nel nostro?

Dovremo saper “far crescere” il nostro coachee. Noi sappiamo far crescere noi stessi?

Dovremo saper dare feedback puntuali, chiarificatori e illuminati al coachee. Noi sappiamo ricevere un feedback?

Al coachee, dovremo far elaborare le sue esperienze. Noi quanta “esperienza della nostra esperienza” abbiamo?

La risposta non è affatto scontata. E richiede un’elevata dose di consapevolezza e a volte di umiltà.

Ho piacere a condividere due strumenti importanti e significativi per la pratica professionale di trainer e coach. L’invito, in questo caso, è di adattarli ed applicarli a se stessi.

Professionista o neofita che tu sia, un “check” professionale è sempre utile.

Matrice di analisi SWOT

  • Strenghts (Forze)
  • Weaknesses (Debolezze)
  • Opportunities (Opportuità)
  • Threats (Minacce)

Lo strumento è interessante perché può essere visto in ottica bidimensionale.

Nel voler raggiungere la mia meta, quali i miei punti di forza e debolezza (dimensione interna); quali le opportunità e minacce (dimensione esterna). Questa matrice di analisi è un’utile supporto al processo di presa di decisioni consapevoli e focalizzate. Applicata al monitoraggio di noi come coach professionisti è un valido strumento per ottimizzare la nostra efficacia di intervento affinando le nostre qualità personali i termini di riconoscimento del nostro funzionamento e sviluppo.

Modello power

  • Presente
  • Obiettivo
  • Direzione (way)
  • Eseguire (il piano di azione)
  • Risultati

Questo modello è tra quelli che utilizzo maggiormente, perché personalmente, lo considero tra i più “completi”. C’è il presente, la situazione attuale e le sue criticità, c’è l’obiettivo, il piano d’azione e la verifica dei risultati. C’è – poi- la direzione, i valori, la visione, il COME che diventa esplicito. Il patto con noi stessi. I valori diventano qualcosa di concreto, osservabile e realizzabile. Si integrano a obiettivi e risultati personali, o di team, o di organizzazione. Il modello ci rende visibile l’incredibile diversità tra soggetti, strategie e soluzioni, anche laddove il contesto possa essere lo stesso e l’obiettivo anche.
A te, Coach regala la possibilità di individuare la chiave della tua autenticità nel ruolo, a rescindere dai libri e manuali tecnici che ti raccontano e spiegano cosa “deve fare un bravo coach”.

Buona ricerca del tuo Power.


Sefora Rosa

HR & Account Manager

"L’attuale contesto di lavoro e di vita richiede sempre più la capacità di essere flessibili nel cambiamento."

Potrebbe interessarti...

Carriera: fortuna o scelta?

Essere grati per essere felici

Place & People Srl

Viale Algeria, 97 • Roma • 00144 • Italy

P.Iva 14564591007

Privacy Policy