Chiamaci: +39 06 5654 6987 | Scrivici +39 340 492 7983

Essere grati per essere felici

Essere grati per essere felici


Essere grati per essere felici

La ricerca della felicità

In quanto uomini siamo stati “programmati” per ricercare la felicità.

Questa ricerca non sempre va a buon fine possiamo ritrovarci a sperimentare una generale insoddisfazione del nostro presente, che spinge il nostro sguardo perennemente al futuro, alla ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide. 

Il desiderio di felicità e la ricerca di essere la miglior versione di noi stessi sono sicuramente positivi, ma il rischio è che si incorra in un ideale di vita che non esiste e che si continui erroneamente a valutare obiettivi, cose o persone come unica fonte da cui attingere felicità per poi accorgersi, una volta abbeverati, di avere ancora sete.  Come rimediare?

Una risposta risiede proprio nella gratitudine, parola che tutti conosciamo ma forse non tutti sperimentiamo nella nostra vita. In questo ebook scopriremo cos’è e cosa non è, al fine di capire perché inserirla e  “praticarla” nella nostra quotidianità può  cambiare il nostro modo di guardare a noi stessi e alla nostra vita, anche quella lavorativa.

Poiché non è un sentimento che emerge naturalmente ma una risposta intenzionale a ciò che abbiamo intorno va coltivata e allenata. 

Per questo motivo all’interno dell’ebook troverete anche degli esercizi utili a svilupparla e potenziarla: come si va in palestra per tonificare i muscoli, ci sono esercizi specifici per tonificare la gratitudine.

Il potere della vulnerabilità

La prima tappa di questo viaggio sarà nella dimensione vulnerabilità. Tutti abbiamo siamo vulnerabili ma è una parte di noi stessi che difficilmente accettiamo e anzi attuiamo molte strategie per allontanarla. Siamo abituati a fuggire i nostri limiti ma è bene sapere che per essere grati bisogna entrare in quei limiti e accoglierli e che anestetizzare la vulnerabilità vuol dire anestetizzare anche la gioia, la gratitudine e la felicità.

Lavorando nell’ambito delle risorse umane mi sono chiesta se e quanto senso avesse parlare di vulnerabilità e gratitudine in azienda.

Gratitudine in azienda

Passiamo molto del nostro tempo a lavoro e poiché non smettiamo di essere “umani” quando siamo in ufficio, le dinamiche che ci guidano nella vita privata sono, almeno in parte, le stesse che riportiamo nel contesto lavorativo: continuiamo ad essere vulnerabili e cerchiamo di essere felici.

Siamo in un’era in cui le aziende ricercano continuamente creatività e innovazione in funzione di un incalzante bisogno di cambiamento e sviluppo ma questo non può  prescindere dall’assunzione di rischi, e il rischio senza vulnerabilità, non esiste. Bisogna avere coraggio per innovarsi e il coraggio, senza vulnerabilità, non esiste. Essere grati nel posto di lavoro non solo favorisce un clima sereno, ma aumenta la motivazione e l’engagement. Per questo motivo hanno una fortissima influenza anche nello sviluppo del business e possono diventare fedeli alleati anche in termini economici.

Coltivare la gratitudine ci apre orizzonti a nuovi modi di guardare a noi stessi e alla nostra vita ma la cosa più importante ci dà la possibilità di riscoprire, come diceva Chesterton, la vera misura della felicità.


Chiara Di Marco

HR Consultant

Scarica l'ebook

Scarica l'ebook

"Coltivare la gratitudine ci apre a nuovi modi di guardare a noi stessi."

Potrebbe interessarti...

Il business di successo

Facciamo che io ero…

Il modello imperfetto del Super Business Man

Place & People Srl

Via Leon Pancaldo, 2 • Roma • 00147 • Italy

P.Iva 14564591007

Privacy Policy